Bellezza,  Moda

Yoga, il 21 giugno tutto il mondo unito sul web

INTERNATIONAL YOGA DAy

Il lockdown ha amplificato la diffusione della disciplina. Milioni di praticanti celebreranno l’International Yoga Day: in Italia non stop di 4 ore con 16 insegnanti

di Alessia Maccaferri

default onloading pic

Il lockdown ha amplificato la diffusione della disciplina. Milioni di praticanti celebreranno l’International Yoga Day: in Italia non stop di 4 ore con 16 insegnanti

3′ di lettura

Potrebbe diventare il più grande raduno mondiale sul web: per l’International Yoga Day il 21 giugno milioni di persone si incontreranno sulle piattaforme digitali. Ai tempi del Covid19, il consueto appuntamento che ogni anno celebra l’antica disciplina indiana sarà tutto online per rispettare le misure sul distanziamento sociale. In Italia una non stop di quattro ore di diretta, 16 insegnanti e un Om collettivo organizzati dallo YogaFestival.

Con centri yoga e palestre chiuse, nei mesi scorsi la pratica si è trasferita sul web. Il lockdown ha contribuito ad amplificare la popolarità dello yoga: negli Stati Uniti la vendita di tappetini yoga durante la quarantena ha registrato nel solo mese di marzo un +150% (secondo l’analisi del sito americano Stackline). Le “star” mondiali hanno raggiunto numeri da record su YouTube e sui social. Molti degli insegnanti, che guardavano con sospetto il digitale col timore di perdere qualcosa nel rapporto diretto con l’allievo, hanno sperimentato modalità inusuali. Che oggi restano, mentre i centri timidamente riaprono adattando gli spazi e con numeri ridotti di praticanti.

Cosa succede in Italia

L’appuntamento è domenica 21 giugno, dalle ore 18, sul web: visibile su yogafestival.it, sulla pagina Facebook YogaFestivalItalia e sul canale YouTube.
Una non-stop di pratica, incontri, reading, mantra e conversazioni insieme a maestri e insegnanti tra i più influenti nel mondo yoga, ad attori e musicisti per capire cosa sia lo yoga, approfondirne la conoscenza, incontrarne i protagonisti più interessanti.

Tra gli ospiti Kay Rush, Antonio Nuzzo, Daniel Lumera, Anna Inferrera, Roberto Milletti e Francesca Cassia, Piero Vivarelli, Selene Calloni dalla Svizzera, Sergio Muniz e Morena Sundari Firpo, Elisa Lepore PujaDevi, Svamini Hamsanand, Simone Molteni, David Sye da Londra e Jai Uttal, fra i più acclamati interpreti di canti devozionali e star nel mondo dello yoga, che dalla California regalerà a tutte le persone collegate un imperdibile momento. A chiusura dell’evento un esperimento: un grande Om collettivo a cui tutti possono partecipare registrando il proprio Om e inviandolo entro il 12 giugno a om@yogafestival.it

Il programma dettagliato

L’evento sarà come sempre gratuito (basterà collegarsi dalle ore 18 di domenica 21 giugno su yogafestival.it o alla pagina Fb o al canale di YouTube di Yoga Festival Italia) e resterà visibile per 12 mesi.
«Durante questi mesi così difficili sono state moltissime le persone che hanno trovato nello yoga online un momento di importante equilibrio. Il nostro Yoga Day ha sempre voluto regalare ai partecipanti un’esperienza coinvolgente e fruibile a tutti, gratuita ma preziosa: la nostra associazione ha uno scopo divulgativo, teso a far conoscere come questa pratica millenaria possa davvero migliorare la nostra vita – ha commentato Giulia Borioli, presidente di YogaFestival – Quest’anno il nostro obiettivo resta lo stesso e il mezzo digitale ci dà la grande opportunità di raggiungere un pubblico ancora più vasto, al quale far conoscere cosa sia davvero lo Yoga e quale equilibrio personale sia in grado di offrire a chi lo pratica, al di là delle mode che spesso perdono di vista il senso più profondo. In un momento come questo, in cui il distanziamento sociale è un importante strumento di prevenzione, il nostro Yoga Day vuole ricordare quanto lo Yoga, nella sua completezza, possa creare quell’energia che, anche a distanza, unisce».

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *