Casa

I nuovi elettromestici progettati (anche) per i più pigri – Gallery

ifa di berlino

Oltre le app: le apparecchiature sono in grado di regolarsi da sole e suggeriscono in anticipo cosa fare all’utente. E il tutto genera risparmi energetici e di risorse

di Paola Guidi

default onloading pic

3′ di lettura

Prima di tutto, stare comodi. L’edizione di Ifa, l’Internationale Funkausstellung, che si apre oggi venerdì 6 a Berlino, sembra essere, dalle prime conferenze stampa di anticipazione delle novità, una rassegna per i casalinghi/e più pigri. Chi non ama alzarsi di continuo dal divano per andare in cucina o in bagno a gestire il parco-macchine domestico; chi non sa più dove si sono “nascosti” i telecomandi (tanti, troppi); chi si dimentica spesso di comprare detersivi, brillantanti, ammorbidenti ecc; chi dimentica il tacchino nel forno per ore e ore; chi ha lasciato aperto l’irrigatore dal giorno prima… Ora ha a disposizione apparecchi intelligenti che decidono quasi tutto, ascoltano, parlano, riordinano automaticamente anche la carta igienica; frullini e ferri da stiro senza filo da usare dove si è più comodi; e incredibili prese smart (made in Italy) che basta sfiorare o parlargli per sapere costa mai starà facendo il tagliasiepe in giardino o il robot al piano di sopra.

Elettrodomestici smart, le ultime novità da Ifa

Elettrodomestici smart, le ultime novità da Ifa

Photogallery17 foto

Visualizza

Ma tutto con denominatori comuni che incidono positivamente sul budget famigliare: dai computer della Nasa e di Baikonur sino al semplice tostapane, l’efficienza funzionale ed energetica è oggi al primo posto nelle richieste dei consumatori (lo confermano Gfk, Gartner, e Statista). Cioè la lavatrice intelligente parla e ascolta, ma prima di tutto consuma sempre meno acqua (bene preziosissimo che presto verrà a mancare in molti Paesi).

Gli elettrodomestici, piccoli e grandi, i robottini puliscitutto, i climatizzatori e le stufette, i tv e i sistemi hi-fi (tutti rigorosamente senza fili) sono davvero super intelligenti perché ubbidiscono alla voce (le lavatrici, i frullini, i forni e i frigo con Alexa non si contano più), alla app, alla telecamera montata sul robot che sorveglia la casa, alla Usb intelligente di Amazon che trasforma in centro di entertainment della casa persino il monitor del grande frigo di LG Electronics e di Samsung, di Haier, scaricando tutto quello è possibile scaricare.

Ma hanno una funzione primaria: ricordare di eseguire alcune funzioni fondamentali al nostro posto se siamo distratti. E sopra tutto e tutti un’attenzione estrema per evitare sprechi e far “rendere” il più possibile il frigo, il forno, il piano di cottura. Quindi ecco i cassetti intelligenti che ricordano di prelevare vini e appetiser pronti, o provviste in scadenza, forni che fotografano il pollo e una sonda lo cuoce in modo igienico e privo di rischi da salmonella o listeria.

La lavastoviglie intelligente oggi non allaga più ed è supersilenziosa, Bosch documenta di avere a Ifa –e pare vero – i grandi elettrodomestici più silenziosi al mondo. Il nuovi mixer Millo lo è ancora di più, anzi, sussurra, e non ha più il filo.

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *